Livorno • Pisa • Massa • Carrara • Grosseto

Follow Us on

26-27 Novembre ricomincia il Master esperienziale in gestalt counseling ASPIC

Il Master è indirizzato a tutti coloro che intendano integrare nella loro professione competenze essenziali del Counseling Pluralistico Integrato. È rivolto, inoltre, agli operatori dell’ambito socio-sanitario e alle professioni che richiedano competenze tecniche comunicazionali avanzate per interventi di sostegno: assistenti sociali – educatori – insegnanti – pedagogisti – formatori – consulenti – infermieri – sacerdoti – animatori – manager – selezionatori e formatori del personale – direttori e assistenti di comunità infantili – fisioterapisti – volontari – laureandi in scienze umanistiche e tutti gli operatori front-line in contatto con il pubblico.

Formarsi alle diverse tecniche del Counseling Pluralistico Integrato per aumentare l’efficacia del comportamento funzionale.
Raggiungere velocemente una competenza concreta ed operativa, nell’ambito dei settori di appartenenza.

Migliorare le capacità di ascolto e di risposta, sviluppare le capacità espressive e creative, acquisire la sicurezza di base per offrire momenti di orientamento, di appoggio e di supporto ai propri interlocutori.

Il quadro di riferimento teorico-applicativo è basato sui principi fondamentali dell’indirizzo fenomenologico-esistenziale del pensiero umanistico, con integrazioni tecniche del Counseling ad approccio non direttivo centrato sulla persona, di C. Rogers, e della prassi semi-direttiva ed espressiva della “Gestalt”, di F. Perls.

Il corso prevede l’acquisizione di competenze in Problem-Solving e tecniche di sostegno per sviluppare a livelli ottimali le potenzialità cognitive ed emozionali, personali ed interpersonali. I temi rilevanti, tratti da diversi settori disciplinari, contribuiscono ad uno studio critico polivalente che privilegia l’esperienza diretta, come sintesi integrativa finalizzata alla formulazione di strategie pluralistiche d’intervento personalizzate. ASPIC Toscana Ricerca è associata ad ASPIC ARSA Ricerca e Lavoro e collabora attivamente all’utilizzo dell’eccellenza nell’ambito della ricerca, dell’innovazione e della qualità della formazione.

20 seminari didattico-teorici fondamentali e 20 stage applicativi di addestramento con esercitazioni tecnico-pratiche: 30% di teoria – 70% di pratica guidata. Le progressive verifiche di apprendimento permettono una valutazione finale globale. Tutti i membri del corpo docente sono iscritti nei rispettivi albi professionali. Il programma può subire variazioni per aggiornamenti scientifici. Gli allievi saranno avvisati tempestivamente, e in anticipo, di ogni variazione logistica dovuta a necessità organizzative.

La metodologia didattica ASPIC, coniugando momenti teorici, pratici ed esperienziali, costituisce uno dei punti di eccellenza del corso. Stimolando la dimensione creativa del gruppo di lavoro, la formazione riesce a far circolare energie positive che migliorano l’apprendimento dei contenuti, generando un circolo virtuoso tra prassi e teoria. Questo permette ai partecipanti, durante ogni lezione, di apprendere le nozioni previste dall’insegnamento lasciandosi coinvolgere in prima persona all’interno di uno spazio relazionale protetto e accogliente.

L’interazione libera e continua con i docenti della Scuola, e la possibilità di assimilare gradualmente le esperienze proposte in aula, fanno parte di una formazione umana e professionale che sfocia in un vero e proprio cammino di crescita personale. La centralità del Gruppo, inoltre, consente di prendere consapevolezza delle proprie modalità abituali di relazione, smussando gli aspetti meno funzionali della comunicazione e sviluppando, al contempo, risorse e talenti ancora inespressi.

Le nostre metodologie formative che includono spazi e tempi riservati alle domande di approfondimento, momenti di videomodeling e videodidattica, lavori creativi a coppie e a piccoli gruppi, attivazioni corporee, esercitazioni sulle abilità di counseling secondo i ruoli del C.U.S. (counselor-utente-supervisore), pratica supervisionata e laboratori per l’apprendimento delle tecniche di intervento.

Durante tutto il percorso gli allievi sono accompagnati da un tutor d’aula, che ha la funzione accompagnamento e facilitazione del processo formativo.

  • Week end didattici: lezioni teorico-pratiche sviluppate con la cadenza di un weekend al mese;
  • Laboratori di Counseling e crescita personale: incontri di lavoro sulle emozioni abbinati al week end formativo;
  • Training integrativi: esperienziali intensivi e monotematici di 15 ore ciascuno (due obbligatori nei tre anni);
  • Workshop estivi: due moduli teorico-pratici di 50 ore da svolgersi presso la sede A.S.P.I.C. di Roma (al termine del secondo e del terzo anno di corso);
  • Supervisione didattica: tirocinio e pratica supervisionata.

Il numero dei partecipanti è limitato e programmato in ordine di iscrizione.

L’iscrizione è annuale.

I candidati sono accettati previa domanda di ammissione, consegna dei documenti richiesti,
e pagamento della quota associativa annuale, che include l’abbonamento alla rivista di Integrazione.

L’Associazione si riserva di valutare l’attinenza del titolo di studio al percorso formativo previsto e la motivazione individuale alla frequenza dello stesso (mediante colloquio in sede).

È previsto un PreTraining informativo, parte del monte ore del Corso e riservato agli iscritti, durante il quale verrà comunicato il calendario degli incontri. Le ore effettuate nei Training ASPIC possono essere riconosciute nel monte ore.

Il costo annuale del corso base è rateizzato mensilmente. Il pagamanto anticipato in un’unica soluzione consente di usufruire di una riduzione.

Preiscriviti tramite il modulo online, usa il nostro modulo Contatti oppure inviaci una mail a info@aspictoscanaricerca.org

Biennio base teorico-pratico, prevede 20 moduli mensili, il Sabato dalle 15.00 alle 19.30 e la Domenica dalle 9.00 alle 18.30.
Terzo anno di tirocinio e pratica supervisionata, prevede 10 moduli mensili, la Domenica dalle 10.00 alle 18.00.

Al termine del terzo anno è prevista una tesi e l’esame di idoneità per il conseguimento del diploma.

A conclusione del biennio, a tutti i partecipanti che non abbiano superato il 10% di assenze e che abbiano svolto regolarmente il percorso, verrà rilasciato l’attestato di partecipazione che consente l’ammissione al terzo anno di pratica supervisionata.

E’ possibile integrare la formazione con corsi di perfezionamento tematici (Master sulla coppia, Counseling aziendale e coaching, Counseling sanitario), pratica supervisionata, tirocinio e tutoring.

Al termine del Biennio, i partecipanti che abbiano svolto regolarmente il percorso riceveranno l’Attestato di partecipazione, che consente l’ammissione al Terzo Anno di pratica supervisionata, per il conseguimento del Diploma Professionale.

Per il raggiungimento del monte ore previsto per il diploma, sono richieste 70 ore di percorso individuale e/o di gruppo.

Il Counseling è una professione disciplinata dalla Legge n. 4 del 13/01/2013. Il Diploma di 1° Livello qualifica all’esercizio della professione di Counselor, secondo gli Standard EAC European Association for Counselling, e permette l’iscrizione ad una Associazione Professionale di Categoria.

Esperto in tecniche di Counseling.

Al termine del terzo anno è prevista una tesi e l’esame di idoneità per il conseguimento del diploma.

Per il conseguimento del titolo sono previste attività formative comprensive di tirocinio e supervisione avanzata. La qualifica è conseguibile con almeno 50 ore di pratica operativa Supervisionata a Roma.

Primo anno (120 ore) – 10 Moduli Teorici  
*Sono indicate le lezioni teoriche e di discussione

1° INCONTRO
A) Modelli pluralistici integrati e fattori comuni transteorici (2 h)
B) Introduzione al Counseling Umanistico Integrato (2 h)
Proiezione FILM: “Saper ascoltare” e “Carl Rogers all’opera 1a sessione”

2° INCONTRO
A) Il colloquio di Counseling nella relazione d’aiuto (VISSI)
Forme di ascolto attivo, accettazione e comprensione empatica (2 h) B) Modello Rogersiano e sviluppi (2 h)
Proiezione FILM: “Carl Rogers all’opera 2a sessione”

3° INCONTRO
A) L’alleanza nella Relazione d’Aiuto in una prospettiva integrata (2 h)
B) L’approccio del Counseling Fenomenologico Esistenziale Integrato (2 h)

4° INCONTRO
A) Principi della comunicazione digitale ed analogica: modelli e strategie verbali, paraverbali e non verbali (2 h)
B) Modello dello sviluppo precoce e stili di attaccamento (IWM) (2 h)

5° INCONTRO
A) Temporalità e spazialità tra Cronos e Kairos (2 h)
B) Il Counseling nella salutogenesi (I) (2 h)

6° INCONTRO
A) Il Counseling nella salutogenesi (II) (2 h)
B) Prevenzione (e interventi) negli stati di stress (2 h)

7° INCONTRO
A) Stili di personalità e compatibilità interpersonale (2 h)
B) PNL 1 I sistemi rappresentazionali (2 h)

8° INCONTRO
A) Vissuti soggettivi del counselor in relazione (2 h)
B) Il setting e il contratto (2 h)

9° INCONTRO
A) L’uso del diario come narrazione per l’autosostegno (2 h)
B) Gruppi di autoaiuto ed empowerment (2 h)
C) Verifica scritta

10° INCONTRO
A) L’utilizzo delle metafore e dei sogni nel Counseling (2 h)
B)  L’approccio cognitivo comportamentale
C)  Stati di tristezza, infelicità e perdita

Secondo anno (120 ore) – 10 Moduli Teorici  
*Sono indicate le lezioni teoriche e di discussione

1° INCONTRO
A) L’approccio della Gestalt: radici e sviluppi (2 h)
B) La teoria del Sé nell’ottica Gestaltica (2 h) Proiezione FILM: ““Fritz Perls con Gloria”.

2° INCONTRO
A) Fenomenologia del ciclo del contatto Gestaltico (2 h)
B) L’approccio Gestaltico nel counseling (2 h)

3° INCONTRO
A) Introduzione all’Analisi Transazionale (I) (2 h)
B) Metodologia della Gestalt e tecniche d’intervento (2 h) Proiezione FILM: su AT

4° INCONTRO
A) Analisi Transazionale (II) + Egogramma (2 h)
Proiezione FILM: su AT
B) Confini professionali del Counseling, Counseling Psicologico e Psicoterapia (2 h)

5° INCONTRO
A) Conduzione e osservazione dei gruppi
B) Programmazione Neuro Linguistica P.N.L: li metamodello (2 h)

6° INCONTRO
A) Il processo nel Counseling
B) Autostima, assertività, autoefficacia (2 h)
C) Verifica scritta

7° INCONTRO
A) Introduzione ai sistemi familiari (Mappa Familiare e Sculture) (2 h)
B) Il ciclo di vita della famiglia e della coppia (2 h)

8° INCONTRO
A) Introduzione al Counseling espressivo e all’ArtCounseling Integrato (2 h)
B) Elementi di Focusing

9° INCONTRO
A) Body Mind Counseling (2 h)
B) Introduzione alla Pratica Supervisionata (2 h)

10° INCONTRO
A) Integrazione pluralistica eclettica e individuazione:
Conclusione di un percorso di Counseling (2 h)
B) Aspetti giuridici, etici e deontologici dell’attività di Counseling (2 h)

Terzo Anno – 10 Moduli di addestramento
con esercitazioni tecnico-pratiche.

I moduli si svolgono durante una domenica al mese da gennaio a dicembre (con esclusione del mese di agosto).

Durante il percorso formativo gli allievi avranno la possibilità di sperimentarsi nella conduzione di colloqui e di laboratori.
Il lavoro in piccoli gruppi, il monitoraggio e il feedback individualizzato dei supervisori presenti nel corso delle esperienze formative offrono all’allievo l’opportunità di consapevolizzare lo stato delle competenze acquisite, potenziare le proprie abilità e correggere/integrare le proprie lacune.

La formazione è integrata con una fondamentale supervisione nelle sue tre diverse modalità:

– Restaurativa, in cui l’allievo ha la possibilità di esplorare ed elaborare le proprie dinamiche personali;

– Formativa, in cui vengono affrontate tematiche relative all’attività didattica a alla stesura della tesi;

– Normativa, che offre supporto nella pianificazione e gestione dell’avvio dell’attività professionale degli allievi.

Nell’ambito del terzo anno, saranno approfondite le competenze di autopromozione e gli ambiti di applicazione del counseling.
Ciascun allievo potrà infine sperimentarsi nella gestione di un percorso di counseling, sotto l’attento monitoraggio personalizzato di un supervisore. L’esperienza svolta sarà riportata nella tesi da consegnare al termine dell’annualità.

Ai fini del conseguimento del Diploma gli allievi non dovranno superare il 10% di assenze e aver superato con profitto la prova di verifica.

Direzione scientifica: Edoardo Giusti e Claudia Montanari

Coordinamento e Direzione Didattica: Maura Locatelli